L’overview Ismea sui mercati agroalimentari / 13 luglio 2015

I prezzi dei lattiero-caseari mantengono una chiara tendenza negativa a livello internazionale, con forti pressioni dell’offerta dal continente australe, dove si avvia a conclusione la campagna di commercializzazione 2014/2015



Roma, 13 luglio 2015 – Resta tesa la situazione sui mercati dei frumenti, del duro in particolare, in assenza (per ora) di interferenze dall’estero. La situazione potrebbe tendere a breve a stabilizzarsi, almeno per il frumento tenero, con prospettive analoghe per il granoturco, dopo i recenti rincari associati agli aumenti sui mercati internazionali.

Nel comparto zootecnico, i prezzi dei lattiero-caseari mantengono una chiara tendenza negativa a livello internazionale, con forti pressioni dell’offerta dal continente australe, in cui si avvia a conclusione la campagna di commercializzazione 2014/2015. In ambito nazionale permane una situazione di stallo. Il Parmigiano reggiano sta accusando in misura maggiore i contraccolpi di una situazione di scarsa movimentazione sui mercati interni, scontando anche l’impatto negativo di un livello delle giacenze ancora sostenuto.

Le condizioni di squilibrio sul mercato bovino, con l’offerta di carni eccedentaria rispetto agli attuali livelli della domanda, potrebbero riflettersi negativamente sui prezzi dell’intera mezzena. È prevedibile anche una riduzione delle quotazioni del ristallo francese che al momento sembra confermare i livelli delle scorse sedute.

Nel comparto suinicolo gli scambi procedono senza particolare vivacità, ma con prezzi in graduale risalita per i capi da macello, limitatamente al prodotto italiano, in un mercato europeo invece ancora debole. In flessione le quotazioni dei suinetti d’allevamento, in linea con i normali andamenti stagionali.

Da segnalare, infine, una probabile stabilizzazione sul circuito degli avicoli (polli e tacchini) e delle uova, a fronte di un prevedibile ulteriore deprezzamento dei conigli.

(fonte: Ismea, Direzione Servizi per il mercato)

 


Pubblica un commento