L’allevamento francese alla fiera Space

In occasione della sua 30sima edizione, che si terrà dal 13 al 16 settembre prossimo a Rennes, Space diventa più hi-tech che mai. La tecnologia sarà infatti protagonista con nuovi prodotti Innov’Space, una piattaforma “Ricerca e Sviluppo” ancora più efficiente, l’app per smartphone e un sito web tutto nuovo! Anche per quest’anno, uno degli appuntamenti internazionali più attesi dai professionisti del settore


space

Dal 13 al 16 settembre 2016 al Parc des Expositions di Rennes, in Francia, si terrà la 30esima edizione di Space, il salone dedicato ai professionisti delle produzioni animali.

Al centro del Grand Ouest del Paese, in Bretagna, una delle regioni europee zootecniche principali (soprattutto per quanto riguarda l’allevamento bovino), Space rappresenta uno dei più attesi appuntamenti internazionali per i professionisti del settore.

Nonostante il momento di forte crisi che sta coinvolgendo il settore delle produzioni animali, l’edizione 2015 ha registrato numeri da record grazie all’impegno, alla determinazione e alla solidarietà dei suoi organizzatori e partecipanti. Ne è testimonianza il fortissimo coinvolgimento degli espositori, nonché l’elevato livello qualitativo degli stand.

Space 2015 è stata un’occasione importante per i rappresentanti del mondo dell’allevamento: un luogo dedicato allo scambio di informazioni e alla definizione di prospettive future per le aziende zootecniche.

Al secondo posto tra i Saloni del settore a livello mondiale (dopo Eurotier, Germania), Space illustra ogni anno i traguardi raggiunti dalle aziende partecipanti in termini di innovazione e competenze.

I numeri di Space 2015

Sono stati 1.446 gli espositori che hanno partecipato all’edizione 2015 (492 gli internazionali) e 106.226 i visitatori (15.042 quelli esteri, provenienti da ben 125 Paesi).

Per il 2016 si prevede un incremento di questi numeri.

Nel 2015 il settore più rappresentato dagli espositori è stato quello dedicato all’alimentazione e nutrizione animale con 716 aziende, seguito dal settore dedicato alle attrezzature che ha contato 411 espositori. Al terzo posto il settore dei materiali per l’allevamento (manutenzione, trasporto, lavorazione del terreno e raccolta dei foraggi) con 340 presenze. Sono stati 320 gli espositori specializzati in edilizia per l’allevamento; 267 le aziende specializzate in genetica; 170 le offerte per interventi in campo energetico; 161 le aziende specializzate nella cura della salute animale; 159 gli espositori che hanno proposto soluzioni per il trattamento dei reflui dell’allevamento e, infine, 55 le soluzioni offerte per la mungitura.

Inoltre, la superficie totale di esposizione è stata di 116.500 mq, 58.000 dei quali al coperto (11 padiglioni) e i restanti 58.500 all’esterno.

Per quanto riguarda i visitatori invece, oltre 91mila provenienti dalle diverse regioni della Francia sono stati per il 54% allevatori (25.219 allevatori di vacche da latte, 9.152 produttori di carne bovina, 8.880 avicoltori, 8.856 produttori di carne suina), per il 39% dirigenti d’azienda, tecnici, consulenti, studenti; il 7% era costituito da altre tipologie di interessi.

La parola ai visitatori

Da un sondaggio effettuato nel corso della scorsa edizione, è stato rilevato che l’81% dei visitatori francesi e il 92% dei visitatori internazionali hanno ricevuto informazioni utili per la propria professione; il 72% dei visitatori francesi e l’82% dei visitatori internazionali hanno scoperto tecniche, prodotti o attrezzature che non conoscevano; il 84% dei visitatori internazionali ha incontrato nuovi partner durante la visita.

La parola agli espositori

Per quanto riguarda la valutazione degli espositori, l’89% è soddisfatto della qualità dei contatti professionali, il 73% considera Space un elemento essenziale per la propria strategia commerciale, il 92% definisce Space come un salone professionale di altissima qualità.

La tecnologia è protagonista

Al centro dell’attenzione dei visitatori di Space: innovazione e tecnologia; ogni anno che passa, sono sempre di più le persone che giungono a Rennes per scoprire le novità del Salone.

Nel 2015 sono state 48 le innovazioni selezionate alle quali è stato attribuito il riconoscimento Innov’Space, di cui 5 con menzioni speciali (sul numero 18.2015 dell’Informatore Zootecnico è possibile trovare un articolo dedicato ai prodotti vincitori).

Innov’Space è un marchio che esprime innovazione e originalità e attribuisce un valore aggiunto al prodotto. Questa etichetta consente all’azienda di distinguersi dalle altre sia nel corso dell’esposizione a Space (uno stendardo consente ai visitatori di identificare immediatamente gli stand delle innovazioni tecnologiche premiate), sia nella comunicazione delle stesse aziende. Il marchio, infatti, può venire utilizzato nei depliant, nelle comunicazioni alla stampa, negli annunci pubblicitari. Questo riconoscimento permette a molti espositori di promuovere efficacemente i loro nuovi prodotti.

Sempre nel 2015 inoltre Innov’space ha celebrato la ricorrenza del suo 20° anniversario.

La piattaforma Ricerca e Sviluppo

Nonostante lo sconforto per le difficoltà che il settore sta affrontando in questi anni, gli allevatori non hanno intenzione di mettere da parte i progetti per il futuro e puntano così alla modernizzazione degli allevamenti.

In questo senso, Space offre la possibilità a espositori e visitatori di incontrarsi in un’atmosfera conviviale per discutere proprio su questi temi e definire così prospettive comuni per il futuro del mondo delle produzioni animali.

A sottolineare l’importante ruolo svolto da Space in questo contesto è il successo della piattaforma Ricerca & Sviluppo “Connetto il mio allevamento – Le prestazioni sulla punta delle dita”.

Il suo scopo principale: facilitare l’approccio da parte dei visitatori nei confronti delle nuove tecnologie ed evoluzioni dell’edilizia per l’allevamento.

La piattaforma dimostra che i visitatori di Space, e gli allevatori in generale, sono alla ricerca di strumenti performanti e innovativi per migliorare le prestazioni delle loro aziende, il benessere degli animali e le loro condizioni lavorative.

Così come per l’anno appena trascorso, anche per il 2016 saranno numerose le informazioni offerte dalla piattaforma su temi quali l’alimentazione di precisione, l’era del digitale nell’allevamento lattiero-caseario, la valorizzazione dei dati nell’allevamento avicolo, la selezione genetica del futuro, ecc.

Le presentazioni degli animali

Anche le presentazioni animali si sono svolte sotto il segno dell’innovazione con la vendita all’asta multirazza, unica in Francia, che ha presentato animali di razza Prim’Holstein, Normande, Pie Rouge, Brune e, per la prima volta, Montbéliarde, ma anche Limousine.

L’asta ha riscontrato un grande successo, con la vendita di numerosi capi all’estero, in particolare in Portogallo.

Anche per l’edizione 2016 della fiera francese non mancheranno i concorsi per animali, come quello dedicato alla genetica bovina che vedrà in mostra animali selezionati in modo rigoroso per la presentazione a Space e per le aste di animali di alto valore genetico.

 

space

Space 2016 – Al centro Bovine di razza Normande (razza a duplice attitudine originaria della Normandia.  In Francia è la seconda razza allevata dopo la Frisona), a destra bovine di razza Montbéliarde (razza a duplice attitudine originaria del Principato di Montbéliarde nella Francia dell’Est) (foto Space/Alice Bertrand).

 

L’APP DI SPACE

Per il quarto anno consecutivo Space offre ai suoi visitatori ed espositori la possibilità di scoprire e organizzare la propria visita al Salone francese in modo interattivo: attraverso un’app mobile gratuita disponibile sia per Apple che Android.

L’app prevede: un elenco degli espositori in ordine alfabetico e i loro dati di contatto (e-mail, numero di telefono); le informazioni pratiche per raggiungere Space e quelle relative all’acquisto del biglietto; una mappa interattiva per scoprire la disposizione degli stand presenti all’interno dei padiglioni e di quelli collocati all’esterno; la lista degli espositori selezionati nella categoria Innov’space (l’elenco delle menzioni speciali saranno disponibili a partire dal giorno successivo alla proclamazione dei vincitori di questa categoria); il programma delle conferenze (tema affrontato, data, ora, luogo) e delle presentazioni degli animali (razza, data, ora, luogo).

 

L’articolo completo è pubblicato su Informatore Zootecnico n. 6/2016

L’edicola di Informatore Zootecnico


Pubblica un commento