Da Faresin: le novità proposte all’Eima

È quanto si può ottenere con il sistema Precision feed mix presentato alla fiera di Bologna da Faresin. Con il Pfm la razione erogata è omogenea e precisa. Presentate anche altre innovazioni per carri miscelatori e sollevatori telescopici


faresin

Faresin Industries, con sede a Breganze (Vi), progetta, produce e commercializza carri miscelatori per il settore zootecnico e sollevatori telescopici utilizzati nei comparti agricolo, industriale ed edilizio.

In occasione di Eima la ditta ha presentato un prodotto che interessa la meccanizzazione per la zootecnia, il core business dell’azienda dal 1989, quando ha costruito il suo primo carro miscelatore.

faresin

Telescopic handlers Range.

Faresin ha lanciato infatti il sistema “Precision feed mix “che, basandosi sui principi della tecnica di alimentazione precision feeding, garantisce la miglior resa possibile in termini di qualità e redditività. Il sistema, frutto della filosofia di Cross-engineering Faresin, prevede l’utilizzo integrato di un carro miscelatore e di un sollevatore telescopico – o di un carro semovente che svolge ambedue le funzioni carico/miscelazione – associati all’uso del Polispecnir, prodotto dalla controllata It photonics, che permette di monitorare in tempo reale l’intera filiera alimentare del bovino, garantendo così l’erogazione di una razione omogenea e precisa.

Un lancio che segna il passaggio dall’offerta della singola macchina, seppur ad alto contenuto tecnologico, a quella di soluzioni integrate per la zootecnia.

Ma le novità Faresin non si fermano qui. All’Eima sono state presentate infatti altre importanti innovazioni per i carri miscelatori:

– la Fresa con mulino, installata sui semoventi come un optional pensato per rispondere alla necessita di taglio netto della fibra lunga, che garantisce un perfetto taglio della fibra, riducendo significativamente i tempi di miscelazione e i consumi (approfondimento nel box “Fresa con mulino”);

– la nuova lama Power blade in Durostat, installata su tutti i carri miscelatori a coclea verticale (escluso il Twinner), che prolunga in modo sostanziale la durabilità della coclea e garantisce nel tempo un flusso sempre corretto dei prodotti all’interno della vasca di miscelazione (approfondimento nel box “power blade”);

– il nuovo carro miscelatore trainato Magnum Pf che per primo monterà la Power blade e che presenta un cassone realizzato con diversi spessori a seconda delle zone e della loro funzionalità. Una soluzione che allunga la vita del cassone e riduce significativamente il consumo di carburante e i costi di manutenzione. Ma non solo, la nuova geometria cassone/coclea del Magnum Pf rappresenta infatti un ulteriore importante passo avanti per il raggiungimento della perfetta razione omogenea (approfondimento nel box “Magnum Pf”).

Anche per i sollevatori telescopici, Faresin introduce importanti novità in relazione all’ergonomia delle cabine e presenta i nuovi modelli Small range e la nuova gamma Heavy duty (Per maggiori informazioni visitare il sito internet www.faresinindustries.com).

 

Leggi l’articolo pubblicato su Informatore Zootecnico n. 21/2016

L’edicola di Informatore Zootecnico


Pubblica un commento