Arriva da Sondrio la campionessa lombarda delle brune

È la bovina Globus, dell’azienda Biavaschi. Eletta all’edizione 2017 della Mostra regionale dei bovini di Razza Bruna tenutasi a Edolo (Bs)


Premiazione Campionessa Bruina 2017

Grande successo per l’edizione 2017 della Mostra Regionale Bovini di Razza Bruna, ospitata nei giorni scorsi al Centro Servizi per l’Agricoltura e la Zootecnia di Edolo (Bs): l’appuntamento, organizzato dall’Associazione Interprovinciale Allevatori di Brescia e Bergamo in collaborazione con il comune e la Comunità Montana di Vallecamonica, ha visto la partecipazione di 19 allevamenti provenienti non solo dalle province di Brescia e Bergamo ma anche da Lecco e Sondrio.
E proprio da Sondrio arriva la campionessa assoluta Globus, vacca di sei parti presentata dall’azienda di Francesco Biavaschi. Allo stesso esemplare è andato il riconoscimento per la miglior mammella (nella foto la sua premiazione).
Sul podio anche Ennio Bonomi di Pertica Bassa (Bs), che ha portato a casa il premio Bruna d’Oro per Albon Scipio Loren.  Fra i bresciani si sono distinti nelle diverse graduatorie anche l’agricola Clegna di Capo di Ponte, Domenico Zampatti di Vezza D’Oglio, Mauro Calufetti di Malonno, l’allevamento Minelli Marianna di Giacomo di Monno, Barbara Bontempi di Prestine e l’azienda agricola Due Zeta di Zampatti di Brescia. Buoni piazzamenti anche per gli allevamenti bergamaschi Soc. Agr. Giovanni Giudici (Vilminore di Scalve), Guglielmo Locatelli (Vedeseta), Paloma Blanca di Gamba (Dossena).
“L’altissimo valore morfologico dei capi presentati e la presenza di molti giovani tra il pubblico dimostra come la Regionale della Bruna sia una manifestazione vincente – ha detto il presidente dell’Aipa Germano Pè, che ha partecipato alla cerimonia di premiazione con il sindaco di Edolo Luca Masneri -. Un ringraziamento va sia al comune di Edolo che alla Comunità montana di Valle Camonica per gli sforzi che hanno consentito anche quest’anno di tagliare un traguardo assolutamente importante per il sostegno ad un comparto fondamentale per la salvaguardia del territorio come la zootecnia di montagna”.


Pubblica un commento