Boom del latte spot, +48% in 4 mesi. Ne discuteremo il 10 settembre alla Millenaria

Tavola rotonda sulla redditività del latte in programma alla Millenaria di Gonzaga (Mn) per sabato 10 settembre mattina. Parleranno sette protagonisti del settore


Foto 2 - Depositphotos_19682377_original

Mentre Lactalis fissa per gli allevatori francesi un prezzo del latte di 29 cent/litro, un nuovo dato suscita grandi discussioni: si registra un boom del latte “spot” in Italia.
Negli ultimi 4 mesi alla Borsa di Lodi, che è quella di riferimento nazionale, il prezzo del latte spot è salito del 48% passando dai 24,74 cent/litro della fine di aprile ai 36,60 cent/litro della fine di agosto, scollinando la soglia dei 32 cent lo scorso 27 giugno e raggiungendo quindi gli stessi valori dell’anno scorso (quando il latte degli accordi annuali, quindi non spot, era pagato circa 37 cent/litro).
Il latte spot è il latte sfuso in cisterna commercializzato al di fuori di qualsiasi contratto annuale o di lunga durata. In altri parole si tratta dei carichi comprati e venduti al di fuori dei normali contratti di fornitura.

Dunque siamo in un periodo in cui il prezzo alla produzione del latte sta manifestando grosse fibrillazioni. Un motivo fra i tanti, per gli allevatori italiani e in particolare lombardi, per non lasciarsi sfuggire la tavola rotonda sulla redditività del latte in programma alla Millenaria di Gonzaga (Mn) per sabato 10 settembre mattina.
Qui infatti sette protagonisti del settore lattiero caseario italiano dibatteranno dell’importantissimo problema della convenienza della produzione del latte per un imprenditore zootecnico.

Il titolo della tavola rotonda è «Quale redditività per la produzione del latte – I surplus produttivi del post quote latte, la questione del prezzo alla stalla, la concorrenza del latte estero, il rapporto allevatori-industrie. Le prospettive nel breve e nel medio termine».
L’incontro è organizzato dall’Informatore Zootecnico e da Nova Agricoltura.

Ed ecco chi parlerà:
Gianpiero Calzolari, presidente del Gruppo Granarolo.
Paolo Carra, presidente del Consorzio Virgilio.
Gianni Fava, assessore Agricoltura della Regione Lombardia.
Matteo Lasagna, presidente di Confagricoltura Lombardia.
Ettore Prandini, presidente di Coldiretti Lombardia.
Marco Ottolini, direttore di Aop Latte Italia.
Germano Pè, presidente di Aral Lombardia.
Moderatore: Giorgio Setti (giornalista, Informatore Zootecnico).

I trend del latte spot e i buoni risultati dell’export dei nostri principali formaggi dop, come il Grana e il Parmigiano, “rappresentano dinamiche interessanti per tutta la filiera, a partire dal sistema degli allevamenti, che solo considerando la Lombardia offre lavoro a oltre 10mila persone, senza contare l’indotto e i trasporti. Dobbiamo fare di tutto per consolidare questi segnali di ripresa anche nel settore lattiero caseario”. Così ha commentato gli ultimi dati di mercato Ettore Prandini, presidente di Coldiretti Lombardia, che fra l’altro è uno dei relatori della tavola rotonda. 

Per informazioni sulla tavola rotonda:  monica.covezzoli@newbusinessmedia.it ; 051.6575834.
Per iscriversi: http://goo.gl/u0ufj9
Per vedere la locandina:  cliccare qui
LOGHI_UNITI_FIERA_MILLENARIA


Pubblica un commento