Iniziative promozionali a difesa del latte italiano

A Milano, protagonisti la Regione, Coldiretti e Latterie Virgilio. E a Mantova, a cura del Mipaaf e della Coop


Foto 1 dal post di Consorzio Latterie Virgilio

di Francesca Baccino

 

A Milano e Mantova riflettori puntati sul latte grazie a due iniziative a sostegno delle stalle lombarde e italiane. Iniziative che hanno visto in campo politici di primo piano e manager del settore e che hanno cercato di coinvolgere i consumatori.

Milano

A Milano è andato in scena il “latte della solidarietà”, un’iniziativa realizzata da Coldiretti Lombardia, Regione Lombardia e Consorzio Latterie Virgilio. Dal 19 al 22 aprile nel capoluogo lombardo, in piazza Duca D’Aosta, il latte a lunga conservazione è stato venduto al pubblico in confezioni da mezzo litro e da litro, rispettivamente al costo di 50 centesimi e di 1 euro.

Su ogni cartone di latte Uht Virgilio è stato posto il bollino verde della Regione Lombardia “Operazione Salva Stalle”. La materia prima è quella munta dagli allevatori lombardi che non hanno più contratti con l’industria e che altrimenti sarebbero stati costretti a buttare via il loro latte.

Alla presentazione del progetto (vedi foto in alto) avevano partecipato il governatore della Regione Lombardia Roberto Maroni, insieme all’assessore regionale all’agricoltura Gianni Fava, al presidente del consorzio Latterie Virgilio di Mantova Paolo Carra e al presidente di Coldiretti Milano, Lodi, Monza e Brianza Alessandro Rota.

Il Consorzio Virgilio si è impegnato ad acquistare, nei prossimi tre mesi, circa 90 mila quintali di latte in esubero rispetto a quello collocato e lo trasformerà in Uht da destinare al mercato e alla reti di intervento sociale della Regione Lombardia.

La Lombardia conta quasi 5mila stalle ma in dieci anni, dalle Alpi al Po, ha sottolineato la Coldiretti, hanno chiuso quasi 3mila stalle, pari a un calo di oltre il 33% con effetti irreversibili sull’economia, l’ambiente e l’occupazione.

Mantova

Il giorno prima, il 18 aprile, il ministro Maurizio Martina aveva presentato a Mantova, presso l’Ipercoop La Favorita (vedi foto sotto), l’iniziativa straordinaria di Coop per sostenere il latte 100% italiano. Si tratta di una delle misure stabilite nel tavolo della filiera latte, coinvolgere la gdo nelle iniziative promozionali.

“Diamo un ulteriore sostegno – ha spiegato Marco Pedroni, presidente di Coop Italia – alla valorizzazione di questa importante filiera con azioni di promozione straordinaria sull’intera linea di latte fresco e microfiltrato a marchio Coop che partono oggi e proseguiranno fino a metà maggio. Sul latte venduto da Coop il logo “100% latte italiano”.

“A maggio è previsto – ha spiegato Martina – l’acquisto di ulteriori 10mila quintali di latte. È un’altra risposta concreta che diamo alle nostre imprese per affrontare insieme uno dei momenti più difficili del comparto lattiero caseario. Martina ha sollecitato Bruxelles affinché vengano date “risposte strutturali a una crisi che è in tutto e per tutto europea.  Il ministro ha ricordato che nel frattempo il “Governo va avanti nelle politiche di sostegno al settore, dopo aver ottenuto la moratoria per 30 mesi dei debiti degli allevatori e aver ridotto la pressione tributaria del 25%. Non ci fermiamo e chiediamo anche all’Europa di dare risposte strutturali a una crisi che è europea”.

Il latte fresco e microfiltrato a marchio Coop è italiano: questo è il concetto che Coop vuole valorizzare a vantaggio di un comparto in difficoltà, ma anche con lo scopo di sensibilizzare i consumatori.

Coop ha sottolineato che da sempre riconosce ai propri allevatori condizioni contrattuali vantaggiose a fronte di specifici capitolati che includono una particolare attenzione all’alimentazione degli animali. Per questo Coop riconosce un premio ai produttori che supera il 20% del valore del mercato del latte crudo.

L’operazione annunciata rientra nell’Accordo di filiera siglato con il Mipaaf dalle organizzazioni agricole, dall’industria e dalla grande distribuzione a novembre 2015.

Foto 2 da Facebook Martina


Pubblica un commento